Chi è Donald Trump? Beh, innanzitutto, la sua storia COMINCIA QUI, nel nostro primo capitolo.

Se l’avete letto, o conoscete già la brillante ed energica infanzia di Donald, allora proseguite pure… con il nostro secondo capitolo!

CAPITOLO II: I SOLDI VANNO E VENGONO, I PALAZZI RESTANO (SPECIALMENTE LA TRUMP TOWER)

La carriera imprenditoriale di Donald Trump inizia mentre il ragazzo è ancora al College, quando durante l’estate va a lavorare nell’azienda del padre, la Elizabeth Trump & figlio, che operava nel mondo dell’edilizia a New York.

Uno dei primi progetti a cui lavorò fu il rilancio del complesso di appartamenti in affitto di Swifton Village a Cincinnati, che Fred e Donald Trump acquistarono per 500.000$ nel 1962.

Padre e figlio amministrarono il complesso talmente bene che 10 anni più tardi lo venderanno per 6,75 milioni di dollari.

Proprio in quell’anno, il 1971, Donald diventa presidente dell’azienda di famiglia e ne cambia il nome in “Trump Organization“, che fino ai primi ’80 opera prevalentemente nel settore immobiliare di New York, dove gli affari vanno benone.

Il culmine viene però raggiunto nel 1983, quando viene ultimata la grande opera del Donald imprenditore, quella che gli darà maggiore ricchezza e prestigio: la Trump Tower.

La Trump Tower è un grattacielo di 58 piani nel centro di Manhattan.

La struttura raduna al suo interno negozi, caffè, uffici e appartamenti residenziali. L’atrio, che occupa lo spazio di 5 piani, è ornato da cascate artificiali e ponti sospesi.

La torre ospita anche il Quartier Generale della Trump Organization e il set del programma televisivo della NBC, “The Apprentice“.

Alla Trump Tower è legato anche uno dei primi scandali della carriera di Donald: pare infatti che ai lavori di costruzione della torre parteciparono 200 lavoratori polacchi irregolari. Trump testimoniò nel 1990 di non essere mai stato messo al corrente che vi fossero dei lavoratori illegali nel suo cantiere.

Dalla Trump Tower in poi, Donald John Trump diventa una vera e propria rock-star, famoso in tutto il mondo. Continua a investire nell’immobiliare, specialmente con alberghi e casinò, e pure, con alterne fortune, nello sport e nello spettacolo.

Ma, soprattutto, Trump decide di registrare il proprio nome e la propria immagine come marchi commerciali.

L’idea si rivela geniale: concedendo il proprio nome a un gran numero di progetti architettonici, prodotti commerciali e servizi, Donald ha creato un marchio (gestito oggi dai suoi figli) il cui valore è stato stimato dalla rivista Forbes in circa 562 milioni di dollari.

Il Donald Trump imprenditore non è però infallibile: hotel e casinò di sua proprietà sono finiti per 6 volte in bancarotta tra il 1991 e il 2009.

Ciononostante, Donald non è mai finito personalmente in bancarotta, tanto che dichiarò al settimanale Newsweek nel 2011:

“HO SEMPRE GIOCATO CON LE LEGGI SULLA BANCAROTTA – VANNO MOLTO BENE PER ME. SAPETE, È COME NEL MIO SHOW THE APPRENTICE: NIENTE DI PERSONALE, SONO SOLO AFFARI”.

Ma quanto è ricco Donald J. Trump?

Trump è uno dei politici più ricchi della storia degli Stati Uniti. Nel 2016 sempre Forbes lo ha indicato come la 156ª PERSONALITÀ PIÙ RICCA DEGLI STATI UNITI E LA 324ª NEL MONDO. La rivista ha stimato il suo patrimonio netto in 3,7 miliardi di dollari.

Il 16 giugno 2015, poco prima dell’annuncio della sua candidatura alla corsa alla Casa Bianca, Trump ha rilasciato una pagina intera del proprio resoconto finanziario “per trasparenza” attribuendosi un patrimonio netto di $ 8.737.540.000 dollari

…Ah, possiede anche un boeing 737 chiamato “Air Force Trump”.

Autore: Sacha Dominis


Per approfondire l’argomento (e sostenerci facendolo) consigliamo:

trumpPensa in grande e manda tutti al diavolo

di Donald J. Trump, Bill Zanker

 

Compralo su Amazon!

NON PERDERTI IL PROSSIMO #TELOSPIEGOVIDEO!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle nuove uscite dei video di #TELOSPIEGO e per ricevere CONTENUTI e video ESCLUSIVI per gli iscritti!

You have Successfully Subscribed!