Seleziona una pagina

Sono tra i farmaci più utilizzati dalla sanità pubblica e rappresentano circa un quinto del mercato farmaceutico italiano ma sono anche tra i più discussi e quelli intorno ai quali circolano più fake news
Sono i farmaci generici, ed è il momento di saperne qualcosa di più!

 

I FARMACI DI MARCA E IL BREVETTO

La maggior parte dei farmaci viene prodotta a livello industriale da grandi aziende farmaceutiche.
Queste aziende investono molti soldi e molto tempo nella ricerca con l’obiettivo riuscire a sviluppare medicinali sempre nuovi ed efficaci.
Quando questa ricerca ha successo e viene individuato un principio attivo attorno al quale sviluppare un nuovo farmaco, l’azienda farmaceutica ne brevetta la molecola, per assicurarsene l’utilizzo commerciale in esclusiva per circa 20 anni.
Da quel momento in avanti, e per tutta la durata del brevetto, quell’azienda sarà l’unica autorizzata a produrre quello specifico medicinale.

Come dicevamo poco fa però, il brevetto per un determinato principio attivo ha una durata limitata nel tempo e dal momento della sua scadenza in poi anche altre aziende farmaceutiche potranno produrre e vendere un farmaco basato sullo stesso principio attivo e da usare per gli stessi scopi medici, a patto che lo chiamino con un nome diverso e che rispettino le stesse regole di sicurezza.

Ecco, questo tipo di farmaco è proprio quello che viene definito “farmaco generico o equivalente” ossia, un medicinale che, sintetizzando la definizione ufficiale dell’AIFA “ha una identica quantità di principio attivo e una bioequivalenza con un altro medicinale di marca, con brevetto scaduto”.

azienda farmaceutica brevetta principio attivo farmaco

quando un’azienda farmaceutica brevetta un principio attivo per un farmaco se ne assicura lo sfruttamento commerciale per circa 20 anni

 

I FARMACI GENERICI O EQUIVALENTI

La parola più importante di questa definizione è proprio BIOEQUIVALENZA, che, in sintesi, è la dimostrazione che due medicinali, essenzialmente simili nella formulazione, contenenti lo stesso principio attivo e somministrati in dosi identiche, ottengono gli stessi risultati o, per dirla in modo scientifico, hanno la
stessa efficacia terapeutica.

Ma questo significa che un medicinale di marca e un medicinale equivalente sono la stessa cosa?

Beh, più o meno sì…
L’unica differenza chimica ammessa dalla legge tra un farmaco di marca ed un farmaco generico, sono i cosiddetti ECCIPIENTI, cioè tutti quegli ingredienti che vengono usati, insieme al principio attivo, per creare fisicamente il medicinale, come un dolcificante o un conservante, che non alterano in alcun modo l’efficacia terapeutica del farmaco ma ai quali bisogna comunque prestare attenzione.

Il saccarosio ad esempio viene usato come dolcificante sia nei farmaci di marca che nei generici ma potrebbe non essere adatto ad un paziente diabetico.
Ecco perché, prima di assumere qualunque farmaco, è sempre meglio chiedere consiglio al proprio medico o al proprio farmacista.

bioequivalenza farmaco generico e farmaco equivalent

i farmaci di marca e i farmaci generici hanno la stessa efficacia terapeutica perciò sono bioequivalenti

 

MITI DA SFATARE SUI FARMACI GENERICI

I farmaci generici possono contenere fino al 20% in meno di principio attivo

FALSO!

La legge dice che la quantità di principio attivo presente in un farmaco generico deve essere la stessa presente nel farmaco di marca di riferimento e tutti i farmaci generici sono controllati per verificare che questa regola venga rispettata.

Se così non fosse, non ci potremmo fidare neanche dei farmaci di marca, perché l’ente che effettua i controlli sui farmaci generici in Italia è l’Agenzia Italiana del Farmaco e cioè lo stesso identico ente che controlla e garantisce la sicurezza dei farmaci di marca

 

I farmaci generici vengono prodotti anche in India o in Cina perché costa meno ma ci sono meno controlli

VERO… E FALSO!

Sia le aziende che producono farmaci generici che quelle che producono farmaci di marca si rivolgono anche all’estero per la produzione dei loro medicinali o per l’acquisto di componenti, ma tutti questi prodotti devono sempre e comunque essere all’altezza dei nostri standard qualitativi, perché altrimenti non supererebbero i controlli delle Agenzie regolatorie europee e nazionali.

Quindi, ancora una volta, siccome TUTTI i farmaci sono sottoposti agli STESSI controlli, se possiamo fidarci dei farmaci di marca, possiamo stare tranquilli e fidarci anche dei farmaci generici…

 

AUTORE: SACHA DOMINIS

FONTI:


Per approfondire l’argomento (e sostenerci facendolo) consigliamo:

farmaci equivalenti la qualità accessibile a tutti andrea pizzini libro saggioFarmaci equivalenti: la qualità accessibile a tutti

di Andrea Pizzini

Compralo su Amazon!

NON PERDERTI IL PROSSIMO #TELOSPIEGOVIDEO!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle nuove uscite dei video di #TELOSPIEGO e per ricevere CONTENUTI e video ESCLUSIVI per gli iscritti!

You have Successfully Subscribed!